Cardiologia

LA FIBRILLAZIONE ATRIALE SI COMBATTE NEL ‘MONDO REALE’

Con la chiusura dell’arruolamento in Italia, è terminato ieri in Europa l’arruolamento del registro di ETNA-AF Europe (Edoxaban Treatment in routiNe clinical prActice – Atrial Fibrillation), uno dei due studi sviluppati da Daiichi Sankyo per raccogliere ulteriori dati sulla sicurezza del mondo reale e la pratica clinica del trattamento con LIXIANA® (edoxaban). Questo inibitore orale, selettivo del fattore Xa in monosomministrazione giornaliera, viene utilizzato per ...

Read More »

Malattie cardiache, peggiorano con malnutrizione e perdita di massa muscolare

Esiste una correlazione lineare e inevitabile se non riconosciuta e trattata tra perdita di massa muscolare, malnutrizione e cachessia. Una serie di eventi i cui effetti si sommano in termini di gravità come una valanga. La malnutrizione è una condizione praticamente ‘epidemica’ nella popolazione anziana con malattie croniche e negli ultimi anni gli esperti ne hanno calcolato gli effetti in ...

Read More »

IL CERVELLO NON INVECCHIA SE SI UNISCONO MOVIMENTO E APPRENDIMENTO

La perdita/degenerazione di materia bianca celebrale si verifica con il progredire dell’età e si associa ad un declino progressivo delle funzioni cognitive. Oggi sappiamo che il fitness cardio-respiratorio e l’esercizio sono efficaci e hanno un effetto protettivo nei confronti del cervello e delle funzioni cognitive, con effetti sulla plasticità celebrale nel senso sia di nuove connessioni tra le cellule che ...

Read More »

E’ FACILE INVECCHIARE SE SAI COME FARLO, IL CONGRESSO WAL AD ASSISI

Buone notizie per gli over 60: è facile invecchiare se sai come farlo. Lo hanno svelato decenni di ricerche nel campo delle neuroscienze che hanno compreso come il cervello sia plastico e continui a creare connessioni per tutta la vita. La sfida era poi capire come stimolarlo e usare queste scoperte per prevenire le malattie neurodegerative come Alzheimer e Parkinson. ...

Read More »

IL PAZIENTE AD ALTO RISCHIO CARDIOVASCOLARE, ANCORA POCA PREVENZIONE

Vita sedentaria, scarsa consapevolezza dei rischi e risultati insoddisfacenti: ancora lontano il traguardo della prevenzione secondaria nel paziente ad alto rischio cardiovascolare. 6 pazienti su 10 fanno una vita sedentaria, 1 su 2 non assume i farmaci con regolarità, 3 su 4 non raggiungono il target di colesterolo consigliato; fondamentale il ruolo del medico e della famiglia nel favorire l’engagement ...

Read More »

GIORNATA MONDIALE CUORE: DIMINUIRE ENTRO IL 2025 IL 25% DEI DECESSI

La Giornata Mondiale per il Cuore partecipa alla campagna “25by25” dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che sollecita tutti i Paesi a mettere in atto alleanze e le migliori strategie per ridurre, entro il 2025, il 25% dei decessi prematuri causati dalle malattie croniche non trasmissibili come le malattie del cuore, dei vasi e il diabete. Nel mese di settembre e oltre ...

Read More »