DORMI BENE? TE LO DICE IL CHECK UP

Sonnomedica, centro medico a livello nazionale dedicato alla medicina del sonno, propone due diversi screening per valutare la qualità del proprio sonno. Uno Sleep Check-up insonnia, che comprende una visita con un neurologo specialista in medicina del sonno per indagare l’insonnia dal punto di vista fisiologico, e un colloquio con uno psicoterapeuta specializzato nel trattamento dell’insonnia, per analizzare anche l’aspetto psicologico del problema.

Al termine delle due visite verrà formulata una diagnosi accurata del tipo di insonnia di cui si soffre e delle possibili terapie da seguire. L’alternativa, per chi teme di soffrire di Osas, è lo Sleep Check-up apnee e russamento che comprende un esame specifico, la polisonnografia cardiorespiratoria notturna (da eseguirsi in una normale notte di sonno, al proprio domicilio) e una visita specialistica con uno dei medici esperti in medicina del sonno, come un otorinolaringoiatra o un pneumologo.

Durante la visita verrà analizzato il risultato della polisonnografia e sarà possibile stabilire una diagnosi del tipo di disturbo di cui si soffre oltre a, per chi lo desidera, impostare fin da subito la terapia più adatta.

 

In Italia le ultime stime parlano di almeno 4 milioni di persone affette da insonnia cronica e circa 9 con qualche forma di disturbo del sonno.  Non va dimenticato infatti come il sonno, e soprattutto una cattiva qualità del sonno, incida su tutti gli aspetti della nostra vita. Un esempio su tutti? Il 22% degli incidenti stradali è attribuibile al fattore sonnolenza. In cifre, si tratta di 7.360 sinistri, per una spesa di 1,5 miliardi di euro l’anno – commenta Marco Caglieris, fondatore di Sonnomedica, che sottolinea anche un altro aspetto fondamentale – Sono 11 milioni gli italiani costretti a rinunciare alle cure mediche per problemi economici. Circa il 20% della popolazione non ha i soldi per pagare il ticket sui farmaci, sulle analisi di laboratorio o sulle visite mediche, due milioni in più rispetto al 2015”.