ELOGIO DEL SONNELLINO: DALLA RIDUZIONE DELLO STRESS AL RAFFORZAMENTO DEL SISTEMA IMMUNITARIO

Secondo la National Sleep Foundation, oltre l’85% dei mammiferi dorme per brevi periodi durante il giorno: fa, cioè, ciò che comunemente chiamiamo ‘sonnellino’. Questo avviene anche in una minoranza degli esseri umani adulti.

Dopo tutto, il sonnellino o “pennichella” è incredibilmente comune in tutto il mondo, in particolare in certe culture e in determinate fasi del ciclo della nostra vita, soprattutto da bambini e da anziani.

 

Anche la scienza lo conferma: il sonnellino ha dimostrato di apportare alcuni vantaggi fondamentali per la nostra salute e per il nostro benessere:

 

1 Aiuta ad alleviare e a tollerare meglio lo stress. Il semplice fatto di concedersi un breve periodo di sonno nel corso della giornata può fare miracoli per la gestione dei livelli di stress. In volontari sani, il pisolino fatto due ore dopo una notte di deprivazione di sonno, sembrerebbe ridurre i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress. Analogamente, un pisolino di 30 minuti sembra ridurre i livelli di stress negli studenti universitari.

Non tutti sanno che riposare anche per un paio di ore può essere un’ottima strategia per la riduzione dello stress, così come la meditazione, lo yoga o il thai chi”, sostiene Sergio Garbarino, consulente scientifico, neurologo, neurofisiologo e consulente di Sonnomedica, centro specializzato nella medicina del sonno a Milano.

 Sergio Garbarino

 

2 Migliora la salute del sistema cardiovascolare.  Fare un sonnellino aiuta a vivere più a lungo.

Un ampio studio di coorte su individui sani ha dimostrato che coloro che fanno frequenti sonnellini presentano il 37% in meno di probabilità di morire di malattia coronarica nel corso dei sei anni di follow-up. Anche chi fa sonnellini occasionali ha una riduzione del 12%del rischio di mortalità per patologia coronarica.

 

La prova più convincente che abbiamo finora è che fare dei pisolini regolari porta effetti positivi  per il cuore e per la pressione arteriosa. Già solo per questo la siesta meriterebbe di essere riabilitata”, aggiunge Garbarino.

 

3 Rinforza il sistema immunitario. Vuoi contribuire a ridurre i rischi di un’influenza? Quando siamo deprivati di sonno (dormiamo meno di 6 ore per notte ad esempio), il sistema immunitario si indebolisce. Se ci capita di aver dormito poco una notte, un pisolino prima della notte seguente ci aiuta a non indebolire il nostro sistema immunitario.

 

4 Migliora la memoria e l’apprendimento. Se sei in dubbio se studiare più a lungo o fare un pisolino, il tuo esame andrà meglio se sceglierai di fare un pisolino.

È noto che una buona notte di sonno aiuta a ricordare ciò che abbiamo appreso nella giornata precedente. “Il pisolino, anche solo di un’ora o poco meno, ha il medesimo effetto, soprattutto sulla memoria dichiarativa (basata sui fatti/informazioni)”, specifica ancora Garbarino.

 

5 Migliora le performance e la vigilanza. Se ci sentiamo stanchi o sonnolenti durante il giorno, le nostre performance al lavoro saranno più scadenti. Fortunatamente un breve pisolino di soli 25 minuti può risolvere questo problema, come ha dimostrato uno studio dellaNASA.

 

6 Migliora la sicurezza sulle strade, abbassa il rischio di incidenti stradali e di infortuni sul lavoro.

Un pisolino prima di mettersi in viaggio alla guida del proprio automezzo, o durante la guida se viaggiamo da oltre due ore, è il miglior sistema di prevenzione per gli incidenti stradali soprattutto durante la guida notturna. Lo stesso effetto benefico sulla sicurezza e sul rischio di infortuni lo otteniamo con un pisolino prima del turno notturno (riduzione di circa il 40% del rischio).

 

7 Migliora l’umore. Il sonnellino è uno dei modi migliori e più facili per migliorare il nostro umore quando siamo un po’ giù.

 

8 …e oltre! È esperienza comune addormentarsi e non sapere come risolvere un problema e trovare la soluzione nel sonno o comunque avere una visione più chiara del problema al risveglio, “Soprattutto se il sonnellino è abbastanza lungo da includere la fase REM, quella dei sogni”, specifica Garbarino.

 

Quindi, secondo l’esperto, è bene fare un sonnellino se:

o    se la notte non hai dormito o hai dormito poco

o    Se hai bisogno di ricaricarti dopo ore di lavoro o di impegno mentale

o    Prima del turno di notte

o    se devi memorizzare ciò che hai studiato

o    se sei stressato

o    se il tuo umore è basso

o    se ricerchi una spinta creativa