LA BIBLIOTECA MULTIMEDIALE IN OSPEDALE, UN PROGETTO AL POLICLINICO TOR VERGATA DI ROMA

Leggere un libro, consultare un quotidiano, ascoltare musica o vedere un film

o un documentario. Ma anche approfondire le proprie conoscenze sul proprio

organismo e su come tenersi in forma e in buona salute.

Tutto questo è “Punto Biblio”, servizio di prestito bibliotecario e biblioteca

multimediale attiva da luglio dello scorso anno presso la Fondazione PTV

Policlinico Tor Vergata, in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Consorzio

SBCR e l’Associazione Club Medici che assicura il sostegno economico

dell’iniziativa senza alcun costo a carico del Policlinico Tor Vergata.

Una realtà che si è già consolidata in questi primi mesi di attività e che è riuscita

a coinvolgere nella filosofia dell’ospedale “aperto” operatori, pazienti e cittadini

in un esperimento di dimensione partecipativa unico in Italia, creando molteplici

opportunità di incontri.

PuntoBiblio è aperto ed accessibile a tutti gli utenti dell’Ospedale, sia alle

persone ricoverate all’interno della struttura, nonché dipendenti e abituali

visitatori. E’ infatti rivolto a tutte le persone che “abitano” l’Ospedale,

accogliendo tutte le età e tutte le culture senza distinzione, in sintonia con il

Manifesto UNESCO per le biblioteche pubbliche.

“Questa iniziativa – ha detto il direttore generale Enrico Bollero – si colloca

appieno nella filosofia del PTV che vuole essere una primaria organizzazione

di servizio alla persona, ed il “prodotto” di tale servizio si concretizza in una

composizione di prestazioni sanitarie e rete di relazioni fra i suoi abitanti e

la struttura. L’Ambiente ospedale, quindi, è un insieme organico in cui ogni

parte è sinergica alle altre e deve dare la complessiva percezione di Ambiente

Accogliente per far riconoscere ai cittadini utenti ed all’operatore proprio il

concetto di cura basato sul rispetto e la centralità della persona”.

Nel PuntoBiblio è presente personale specializzato in grado di facilitare le

ricerche e orientare alla conoscenza e all’uso delle diverse opportunità offerte.

Il prestito di libri, e-book, quotidiani e periodici digitali, video, audio è disciplinato

da un apposito regolamento. Per usufruire dei servizi è necessario iscriversi,

come ad una normale biblioteca. E fino ad oggi i numeri sembrano dar ragione

alla direzione generale del PTV, in questa virtuosa collaborazione, che ha

fortemente voluto il progetto.

Dall’apertura (24 giugno 2013) è stato raggiunto un volume totale di prestiti di

1.609 prodotti multimediali, di cui 1221 “esclusivi” e 388 di materiale proveniente

dalle biblioteche del Consorzio per il Sistema dei Castelli Romani e dalle

biblioteche del Comune di Roma.

La tipologia di materiale richiesto è prevalentemente il libro cartaceo, romanzi

soprattutto, qualche saggio o testo specifico (richiesto in particolare da studenti),

e libri per bambini.

La composizione degli iscritti vede 78 pazienti (ricovero e day hospital- iscrizione

gratuita), 86 esterni (pazienti ambulatoriali, visitatori e residenti delle aree

limitrofe) e 211 tra personale amministrativo, sanitario, studenti e altri lavoratori

(di cui 32 medici) del PTV. In tutto, quindi, 375 “tesserati”, un numero importante

se contestualizzato con le attuali utenze del circuito bibliotecario pubblico. Per

i ricoverati l’iscrizione è gratuita mentre per dipendenti e visitatori è previsto un

costo annuo di 15 euro.

Il vero punto di forza del Punto Biblio è sicuramente “Media Library Online”, la

piattaforma digitale creata appositamente per le biblioteche italiane che permette

di :

• consultare più di 2.000 quotidiani e magazine nazionali e internazionali

• ascoltare oltre 80.000 album musicali in streaming

• scaricare e conservare fino a 3 brani musicali a settimana in formato mp3,

scegliendo da un catalogo di circa 7 milioni di tracce

• accedere a : audiolibri, e-book open e online, Banche dati, video, immagini,

E-learning