LA PREVENZIONE PARTE DALLA SICILIA

Grande successo, addirittura oltre le aspettative, per la campagna Il Piatto Forte 4 Sicily,
condotta da FIRMO durante lo scorso mese di maggio 2018. Un’iniziativa che ha visto coinvolte
tutte le città capoluogo di provincia dell’isola, con migliaia di persone che hanno risposto
all’invito della Fondazione: prendersi cura della salute delle proprie ossa.
Per tutto il mese un ambulatorio mobile, con a bordo personale medico specializzato e un
nutrizionista, si è fermato nelle piazze distribuendo questionari per l’autovalutazione dei fattori di
rischio, offrendo la possibilità di eseguire la misurazione della densità minerale ossea delle persone
a rischio oltre a consigli nutrizionali personalizzati per rafforzare lo scheletro a tavola.
La fragilità ossea nella terza età è un grave problema, che affligge milioni di persone solo in
Italia, una condizione di cui quasi mai ci si accorge, perché non dà alcun segnale, né provoca dolori
o malesseri, manifestandosi solo nel momento in cui un osso si frattura, magari semplicemente in
seguito a un lieve urto o una caduta minore; e spesso nemmeno allora la condizione è diagnosticata
limitandosi a incolpare la fatalità, il caso, l’età.
Eppure, se solo se ne avesse consapevolezza, la fragilità ossea si potrebbe curare e tenere sotto
controllo in modo semplice e sicuro, così come si potrebbe rallentarne l’insorgenza seguendo poche
facili regole di vita: fare sport con regolarità, soprattutto all’aria aperta e nutrirsi in modo
corretto, non facendo mancare al nostro organismo le giuste dosi degli elementi utili alla salute
dell’osso, primi fra tutti il calcio e la vitamina D.
La campagna Il Piatto forte 4 Sicily è stata proprio l’occasione per diffondere queste due basilari
colonne della prevenzione: indagini per scoprire la fragilità ossea e informazione su un corretto stile
di vita e una corretta alimentazione. In questo FIRMO si è avvalsa del sostegno di alcuni partner
insostituibili: tra questi la ditta Ecolight, che ha gratuitamente messo a disposizione il suo
nuovissimo dispositivo EchoS il quale, basato sulla tecnica a ultrasuoni, permette di offrire una
indagine rapida, assolutamente indolore, non invasiva, oltre che sicura sullo sul livello di densità
minerale ossea: un passaggio fondamentale per individuare precocemente le condizioni di fragilità,
prima che questa si manifesti con una frattura.
La campagna è stata anche l’occasione per far conoscere al grande pubblico il Calcolatore di
Calcio, che la Dedalus (azienda leader per software clinico sanitario), un altro dei fondamentali
partner della Fondazione, ha recentemente approntato per FIRMO. Questa utilissima risorsa, da
poco messa on-line sul sito della Fondazione permette di verificare semplicemente grazie a
un’interfaccia chiara e intuitiva, e soprattutto in modo assolutamente anonimo, se il calcio
introdotto con la dieta abituale sia sufficiente a garantire la salute dello scheletro.
Anche la Professoressa Maria Luisa Brandi, Presidente di FIRMO e ordinario di Endocrinologia
presso l’Università di Firenze, ha espresso la sua soddisfazione per il successo della campagna: “La
nostra attenzione nei confronti di ogni elemento che possa aiutare a debellare la fragilità ossea, una
vera piaga dei nostri tempi, è sempre alta: FIRMO non perde di vista uno dei suoi target principali,
dichiarato fin dall’atto fondativo, poter vivere in un mondo libero dal problema della fragilità
ossea. Anche grazie al grande successo di pubblico ottenuto, iniziative come Il Piatto Forte 4 Sicily,
contribuiscono a rendere questo obiettivo un po’ più vicino”.