L’AVVOCATO RISPONDE: SE IL MEDICO DI PRIMO SOCCORSO NON C’E’

Dopo un incidente sugli sci, mi sono recata al pronto soccorso per i turisti, ma ho atteso ore perché il medico era assente. Poteva davvero allontanarsi?

Risponde l’avvocato Salvatore Frattallone del Foro di Padova (www.frattallone.it)

Assolutamente no. Per la precisione, la condotta del medico prevede il reato di interruzione di un pubblico servizio, punibile ai sensi dell’art. 340 del codice penale. Affinché il reato sia riconosciuto, infatti, è sufficiente che l’interruzione sia anche soltanto momentanea, purché di durata non irrilevante (per esempio pochi minuti), e come tale in grado di arrecare un effettivo pregiudizio alla concreta operatività della prestazione.

Il servizio di assistenza sanitaria ai turisti è istituito durante la stagione invernale in zone, come quella in cui ti trovavi in vacanza, ad alta densità turistica:  è perciò  verosimile  che il medico, assentandosi dall’ambulatorio, potesse facilmente prevedere che la sua assenza – anche se temporanea – avrebbe con ogni probabilità provocato un turbamento del servizio medico predisposto: proprio l’assunzione di quel rischio è sufficiente a fondare la sua responsabilità penale (Cass. Pen., Sent. n° 52007/2016). Ti consiglio quindi di denunciare il fatto alle autorità competenti.