LETTO PER VOI: I PARASSITI INFLUENZANO IL TUO MODO DI PENSARE

Mai avrei pensato che i parassiti potessero essere così affascinanti. Certo il loro nome non evoca emozioni positive eppure McAuliffe è stata capace di scrivere un testo non solo ricco ma anche incredibilmente accattivante. 

I piccoli anzi invisibili microrganismi con cui conviviamo dal primo vagito hanno su di noi una enorme influenza e solo di recente di è iniziato a comprendere come abbiano un impatto anche sul nostro cervello, sulle emozioni e i comportamenti. 

Addirittura alcuni sostengano che gli umani siano solo contenitori al servizio  dei microbi da cui siamo manipolati a loro piacimento. In fondo burattini sotto l’influsso di specie invisibili che  ci plasmano. Manipolatori, ecco cosa sono. Basti pensare ad un parassita unicellulare che prende di mira il cervello dei topi e trasforma (il meccanismo non è ancora noto) la naturale  avversione per i  gatti in una attrazione fatale che li porta dritti dritti nelle fauci del felino con buona pace del parassita che solo nell’intestino di quest’ultimo è in grado  di completare il suo ciclo riproduttivo. 

Sembra inoltre che la prevalenza di alcune specie di parassiti nelle comunità e nelle società influenzi le pratiche religiose, il cibo consumato e udite udite la scelta del partner. Le ricerche sarebbero tali da aver determinato la nascita di una branca chiamata ‘neuroparassutologia’. 

Certo è difficile in astratto pensare che organismi invisibili spesso  dotati di un’unica cellula possano avere un  impatto così dirompente eppure basterà pensare che la malaria dall’età della pietra ad oggi ha ucciso metà degli individui che hanno popolato il pianeta solo facendo la spola da una zanzara all’altra (che oggi viaggia nella business class degli aerei di linea). 

Insomma un viaggio inconsueto e divertente nel mondo degli organismi che ci usano per i loro comodi.

Kathleen McAuliffe

I parassiti influenzano il tuo modo di pensare

Edizioni Il punto d’incontro 

2019 

pp. 315 

Euro 14,90