MONUMENTI ILLUMINATI DI VIOLA PER L’EPILESSIA, IL 13 FEBBRAIO LA GIORNATA

Il 13 febbraio 2017 i più bei monumenti storici d’Italia “usciranno dall’ombra” e si coloreranno simbolicamente di viola in favore della sensibilizzazione sull’epilessia, una delle malattie neurologiche più diffuse al mondo, che in Italia coinvolge circa 500.000 persone con oltre 30.000 nuovi casi l’anno. E’ questa una delle iniziative organizzate dalla Lega Italiana contro l’Epilessia (LICE) in occasione della Giornata Internazionale per l’Epilessia. Attraverso la sua Fondazione, lo scorso anno si sono illuminate del colore simbolo dell’epilessia la Fontana della Barcaccia in piazza di Spagna a Roma, la Torre di Pisa, Il Maschio Angioino di Napoli, la Basilica di San Bernardino dell’Aquila, la Fontana Monumentale di Bari e molti altri importanti siti storici del Paese, accompagnati da iniziative in tutta Italia.

L’epilessia è una malattia sociale che il Parlamento Europeo e l’Organizzazione Mondiale della Salute (WHO) hanno indicato come una priorità in campo di ricerca e assistenza. Inoltre, le persone con epilessia, a parte le problematiche di ordine diagnostico e terapeutico (il 30% dei casi sono resistenti ai farmaci oggi disponibili) sono tuttora di frequente vittime di pregiudizi e discriminazioni a livello sociale , con limitazioni in vari ambiti: scuola, lavoro, guida, sport.

Out of Shadow (Fuori dall’ombra) è il claim della Campagna Mondiale a favore della malattia che ogni anno vede numerosi protagonisti impegnati per la sensibilizzazione sociale e la raccolta fondi per la ricerca. Lanciata dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Salute), da ILAE e IBE, le principali associazioni internazionali che si occupano di epilessia, in Italia è promossa dalla Lega Italiana contro l’Epilessia (LICE), la società scientifica di riferimento degli epilettologi italiani, associata all’ILAE (International League against Epilepsy).

Come ogni anno, la Campagna d’informazione e sensibilizzazione “Out of Shadow” sarà diffusa attraverso i media e l’attrice Francesca Reggiani ha aderito alla realizzazione di un nuovo spot prodotto da LICE, che verrà trasmesso sulle principali reti televisive, sui circuiti cinematografici e i canali social.

Non solo sensibilizzazione, ma anche progetti di ricerca per migliorare le cure e far progredire la scienza in campo epilettologico. Fondazione LICE, grazie ai proventi della raccolta fondi attraverso il 5 per mille finanzia ogni anno studi scientifici di alto livello i cui dettagli possono essere visionati sul sito www.fondazionelice.it.

LICE

Continueranno inoltre i progetti educazionali in ambito scolastico e sociale in senso generale. Quest’anno saranno organizzati in varie scuole superiori ed in cinema e teatri in diverse città italiane dei cineforum attraverso la proiezione di un docu-film realizzato da Fondazione LICE dal titolo “Dissonanze”. Il documentario racconta la storia di vita di due persone affette da epilessia e servirà per stimolare la discussione (moderata da esperti) ed aumentare quindi l’informazione sull’epilessia. Il documentario sarà proiettato in anteprima a livello nazionale l’8 febbraio alla Casa del Cinema di Roma.

Si sta programmando anche la realizzazione di un Telefono Viola, a favore dei pazienti e dei caregivers: un numero gratuito dedicato sarà attivato per ricevere informazioni sulla malattia che, ricordano i medici, non sostituiranno una visita specialistica ma saranno utili per avere indicazioni primarie.

Infine, la Fondazione LICE quest’anno assegnerà un premio ai migliori articoli e servizi che hanno contribuito a fare corretta informazione sull’epilessia. Gli articoli ed i servizi verranno prescelti tra quelli pubblicati nel 2016 e partecipanti ad un bando specifico, patrocinato dall’Ordine dei Giornalisti e dall’Università La Sapienza di Roma.

Per essere aggiornati sulle iniziative di LICE e Fondazione Epilessia LICE, consultate i siti www.lice.it  e  www.fondazionelice.it